MENU

Sentenze

Oltraggio a pubblico ufficiale: la presenza di più persone all’atto dell’offesa deve essere provata (Cass. Pen. Sez. VI – 29406/18)

27 Giu 2018 - Sentenze

Oltraggio a pubblico ufficiale: la presenza di più persone all’atto dell’offesa deve essere provata (Cass. Pen. Sez. VI – 29406/18)

In tema di oltraggio a pubblico ufficiale ex art. 341-bis c.p. il requisito della “presenza di più persone” richiesto dalla norma deve essere fatto oggetto di specifico accertamento e non può essere presunto sulla scorta della natura del luogo in cui avviene la condotta oltraggiosa – che a sua volta costituisce requisito diverso ed ulteriore – […]

Sostituto processuale: necessaria la forma scritta per il conferimento della delega (Cass. Pen. Sez. V – 26606/18)

11 Giu 2018 - Sentenze

Sostituto processuale: necessaria la forma scritta per il conferimento della delega (Cass. Pen. Sez. V – 26606/18)

Ai fini della nomina di un sostituto processuale ex art. 102 c.p.p. è necessaria la delega redatta per iscritto, da esibire all’autorità giudiziaria procedente. Ciò in quanto la disciplina prevista dall’art. 9 del R.D.L. 1578/33 (Ordinamento delle professioni di avvocato e procuratore), seppur riformata per effetto della legge 31 dicembre 2012, n. 247 (Nuova disciplina […]

Gratuito patrocinio: l’indennità di accompagnamento non va computata nel reddito rilevante per l’ammissione (Cass. Pen. Sez. IV – 26302/18)

8 Giu 2018 - Sentenze

Gratuito patrocinio: l’indennità di accompagnamento non va computata nel reddito rilevante per l’ammissione (Cass. Pen. Sez. IV – 26302/18)

Ai fini dell’ammissione al patrocinio a spese dello Stato non va assommata, nella dichiarazione del reddito complessivo del nucleo familiare ex art. 76 DPR 115/2002, l’eventuale indennità di accompagnamento percepita dall’istante o da uno dei componenti il nucleo medesimo, trattandosi di sussidio destinato esclusivamente a spese indispensabili e non rientrante nella nozione di “reddito” prevista […]

Permesso di necessità: non è essenziale che sussista pericolo di vita per il familiare per il quale si richiede la concessione dell’autorizzazione alla visita (Cass. Pen. Sez. I – 26062/18)

7 Giu 2018 - Sentenze

Permesso di necessità: non è essenziale che sussista pericolo di vita per il familiare per il quale si richiede la concessione dell’autorizzazione alla visita (Cass. Pen. Sez. I – 26062/18)

Ai fini della concessione al detenuto del permesso di necessità ex art. 30, comma 2, L. 354/1975 (Ordinamento Penitenziario), non è necessario che il parente da visitare sia in pericolo di vita, dovendosi piuttosto valutare la sussistenza dei tre requisiti costituiti dall’eccezionalità della concessione, dalla particolare gravità dell’evento e dalla correlazione dello stesso con la vicenda […]

Truffa contrattuale: configurabile in caso di vettura con i chilometri “scalati” se il venditore ne era a conoscenza (Cass. Pen. Sez. III – 24027/18)

29 Mag 2018 - Sentenze

Truffa contrattuale: configurabile in caso di vettura con i chilometri “scalati” se il venditore ne era a conoscenza (Cass. Pen. Sez. III – 24027/18)

In caso di vendita di un’autovettura usata con chilometraggio inferiore a quello reale, è configurabile il reato di truffa ex art. 640 c.p. qualora il venditore fosse a conoscenza (o dovesse ragionevolmente essere a conoscenza) del reale stato della vettura all’atto della vendita. Viceversa, la mancata conoscenza di tale circostanza integra il reato di frode in […]

Detenzione domiciliare: la nozione di “assoluta impossibilità ad assistere i figli” da parte del coniuge deve essere intesa in senso ampio (Cass. Pen. Sez. I – 21966/18)

17 Mag 2018 - Sentenze

Detenzione domiciliare: la nozione di “assoluta impossibilità ad assistere i figli” da parte del coniuge deve essere intesa in senso ampio (Cass. Pen. Sez. I – 21966/18)

Nel giudizio per l’applicazione della misura alternativa della detenzione domiciliare ex art. 47-ter comma 1-ter, lett b) ord. pen., ovverosia per decesso o assoluta impossibilità per il coniuge di dare assistenza alla prole, la valutazione dell’ “assoluta impossibilità” non può essere limitata a casi estremi e deve tener conto – in un’ottica di tutela del diritto, […]

Falsa dichiarazione di residenza: è reato anche se la dichiarazione non viene registrata dall’ufficio anagrafe (Cass. Pen. Sez. V – 29469/18)

7 Mag 2018 - Sentenze

Falsa dichiarazione di residenza: è reato anche se la dichiarazione non viene registrata dall’ufficio anagrafe (Cass. Pen. Sez. V – 29469/18)

L’attestazione di residenza abituale nel comune, inoltrata presso l’ufficio anagrafe e resa ex artt. 46 e 47 d.P.R. n. 445 del 2000, costituisce atto pubblico, sicché in caso di falsità la stessa integra il reato di cui all’art. 483 c.p. indipendentemente dalla successiva registrazione della dichiarazione medesima.     Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza 7 […]

Gratuito patrocinio: ai fini dell’ammissione non deve essere computato il reddito del familiare a carico non convivente (Cass. Pen. Sez. IV – 17426/18)

18 Apr 2018 - Sentenze

Gratuito patrocinio: ai fini dell’ammissione non deve essere computato il reddito del familiare a carico non convivente (Cass. Pen. Sez. IV – 17426/18)

Ai fini dell’ammissione al gratuito patrocinio i proventi da computare nella dichiarazione del reddito complessivo (art. 76 DPR 115/2002) sono solo quelli dei familiari residenti nel medesimo nucleo familiare. Non devono essere sommati, pertanto, eventuali redditi di familiari non conviventi con l’istante, anche se fiscalmente a carico.   Copyright sull’immagine riservati al proprietario, il quale ha […]

Riforma in appello: in caso di riforma della sentenza di condanna non è necessario risentire i testimoni (Cass. Pen. Sez. Unite – 14800/18)

3 Apr 2018 - Sentenze

Riforma in appello: in caso di riforma della sentenza di condanna non è necessario risentire i testimoni (Cass. Pen. Sez. Unite – 14800/18)

In caso di riforma della sentenza di condanna, con assoluzione dell’imputato, non può essere imposto alla Corte d’Appello di procedere alla rinnovazione dell’audizione delle testimonianze ritenute decisive; ciò, differentemente dalla riforma della sentenza di assoluzione in primo grado, per la quale è necessaria (anche per l’espressa indicazione legislativa, ex art. 603 comma 3-bis c.p.p.) la rinnovazione […]

Gratuito Patrocinio: l’istanza con indicazione di reddito pari a “zero” non è inammissibile (Cass. Pen. Sez. IV – 10406/18)

7 Mar 2018 - Sentenze

La presentazione di un’istanza di ammissione al patrocinio a spese dello stato nella quale il richiedente indichi reddito pari a “zero” non implica, di per sé, l’inammissibilità dell’istanza medesima, non competendo al giudice l’analisi sull’attendibilità della dichiarazione della parte (avente valore di autocertificazione dei redditi) che, piuttosto, può essere fatta oggetto di verifica ex art. 92 […]